Ritratto in spiaggia

Un modo per passare piacevolmente il tempo al mare, per me, dopo aver fatto il bagno, preso il sole, eccetera, è disegnare ciò che mi ispira. In questo caso si tratta di mia figlia, che si è pazientemente messa in posa per farsi ritrarre, sulla spiaggia di Cervia (il tutto è durato comunque al massimo mezz’ora, tre quarti d’ora). Ho usato la matita sanguigna per il disegno di base, colorato poi con i gessetti, acquerellandoli con il dito (i pennelli me li ero dimenticati!), sulla prima carta da acquerello che ho trovato ieri mattina. Il formato è poco più grande di un A4, e la carta abbastanza ruvida, per cui i dettagli sono poco evidenziati, ma quello che più mi interessava era fissare sul foglio la sua figura aggraziata e i colori dell’ambiente. Per me disegnare e colorare è un pò entrare in possesso delle cose, farle mie, e allo stesso tempo un modo per rilassarmi.  Allo stesso tempo volevo insegnarle a fare altrettanto, per educarla ad apprezzare la bellezza di ciò che ci circonda, percepire forme e colori, e interagire attivamente con l’ambiente, in modo creativo, “facendo” lei stessa qualcosa con le proprie mani. Infatti, di sua spontanea volontà, ha preso gessetti e foglio e si è messa a disegnare velocemente ombrelloni colorati e la spiaggia con il bar (è un pò golosetta), lasciando il disegno incompiuto, perché ovviamente doveva correre a fare il bagno! Trovo che per i bambini sia più educativo fare un disegno piuttosto che giocare assiduamente su un tablet o guardare la tv, perché si impegnano a “fare” qualcosa, e non solo ad “assistere” a qualcosa, mettendo alla prova le proprie abilità. Ciò accresce anche la loro sensibilità verso il colore, il rispetto per la natura, poiché ne apprezzano la bellezza, e in fin dei conti il loro livello di autostima, perché in fin dei conti possono dire: “L’ho fatto io!”. Anche queste son soddisfazioni :-)

Lara1

About these ads
1 commento
  1. nedda ha detto:

    Curioso, su FB è piaciuto a 14 amici!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Isola di Giava

The world is not enough.

aeroplanini _ liquidi

SOPRA UNO SCARSO MONDO: SCRITTURE, VIAGGI, DIMENTICANZE.

Carmelo Caldone

Poeta contemporaneo grottolese

Carlo Galli

Parole Pensieri Emozioni

La Massaia Contemporanea

Quando un'attrice in tempo di crisi recita il ruolo della casalinga

speraben

il blog di angelo orlando meloni

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

l'Eco Punk

Riflessioni eco-militanti e autoproduzioni in rock. Green riot!

legami idrogeno

Perchè alla fine siamo fatti di atomi e ci comportiamo proprio come loro.

Muninn

libri da ricordare

adastraperasperathinker

Γνομη εαυτον

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

BarneyPanofsky

A Totally Unnecessary Blog

arlinn tra i boschi

un viaggio tra arte e cultura

Estri in laboratorio

Illustrazioni e altro

assolocorale

dum fata sinunt vivite laeti

Daniele Trevisani - Formazione, Coaching, Risorse Umane e Potenziale Umano

Risorse di crescita personale e aziendale, strumenti, servizi per la formazione consulenziale, coaching, comunicazione e management

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 232 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: